Navigation Menu

Our first Hangout Dojo together

By on mercoledì, 18 dicembre, 2013

The Computer Science Education week has just ended and millions of kids, educators and organizations have been involved in the Hour of Code initiative. People from all over the world, all at the same time, have been speaking the same language, the one you don’t need to translate: code. Programming is a new way to express creativity, to share knowledge, to make ideas become real. It was a huge opportunity to gather together the italian CoderDojo community but also passionate tech teachers and enthusiastic makers who work with us, so we tried to do something we hadn’t experienced yet: an hangout dojo! We wanted to show our kids that they are not alone, that also other kids are using immagination to create games, animations, music, interactive cards… Also, the hangout was a nice way to meet all together, to see our faces and listen our voices, to present projects to other kids, mentors and teachers. Agnese from CoderDojo Roma proposed the challenge inviting all the participants. We had to synchronize our activities and cross our fingers for the Internet connection but, of course, the challenge was immediately accepted by everyone, it was very exciting! Lorenzo, a mentor who is now in Dublin, offered technical support and was our moderator from Ireland. He was wearing a virtual pirate hat and using other funny effects that made kids (and adults too) laught all the time! Caterina was with her primary school students in Sigillo, a small town in Umbria. They created some Scratch projects with the Befana, the old woman who delivers presents on Epiphany Eve, riding a flying broom. Beatrice, who teaches creative computing with Scratch, was in her school in Fabriano with the school director and some children, working on different awesome projects. Carmelo and the other mentors in CoderDojo Bologna were helping kids to create snow flakes in Scratch, making them real using a 3d printer and using Scratch for Arduino to drive the wonderful MilkBot created by Giacomo. The kids in CoderDojo Milano were experimenting more advanced languages. As Angelo explained, they were using the Hour of Code tutorials to learn Blockly, Python, Javascript, HTML and CSS. Marco and the young coders from CoderDojo Allumiere were letting Santa fly in the...

Read More

Come nasce un hangout dojo

By on mercoledì, 18 dicembre, 2013

La Computer Science Week 2013  si è conclusa e milioni di bambini, ragazzi, educatori, associazioni hanno partecipato alla HourOfCode. Il mondo si è mobilitato per parlare la stessa lingua, quella che non richiede traduzione: il codice. Programmare è diventato un modo per scambiarsi creatività da un capo all’altro del mondo, tra due scuole, tra le Università. Per noi di CoderDojo Roma era una splendida occasione: chiamare a raccolta i dojo italiani, i maestri esperti di ICT, gli appassionati che ci sostengono e collaborano con noi, e provare a fare ciò che non avevamo ancora tentato. Mancava infatti un hangout. Un hangout dojo. Mancava un momento in cui i bambini, nel corso di un dojo, realizzano che anche altri bambini stanno dando spazio alla fantasia programmando giochi, animazioni, presentazioni, cartoline… L’hangout ci avrebbe permesso di conoscerci a distanza, di sentire le nostre voci, di presentare i nostri progetti ad altri bambini, ad altri mentor, alle maestre. Ho chiamato uno dei nostri mentor, Lorenzo, proprio via hangout e gli ho chiesto supporto tecnico per organizzarlo. Facile, dice lui, basta creare un evento e inserirlo in calendario con Google. Invitiamo i dojo che sicuramente si sono allineati con le giornate dei laboratori, le scuole che vogliono collegarsi, gli amici. Lorenzo è a Dublino; non sarà presente al dojo ma è disponibile a fare da moderatore. Comodamente, da casa sua 😉 Via hangout chiedo a Caterina se vuole partecipare con i suoi alunni della Scuola Primaria di Sigillo, in Umbria. Assolutamente sì, mi risponde, possiamo presentare il nostro lavoro agli altri! Ci stiamo preparando al Natale creando con Scratch una Befana che vola con i desideri dei bambini nel sacco… Anzi adesso chiamo anche Beatrice, che si collegherà insieme al Preside della sua scuola dall’Istituto Comprensivo Marco Polo di Fabriano, dove tiene i laboratori di Creative Computing con Scratch. Invio una mail a Carmelo di CoderDojo Bologna, che ha in programma di sfornare fiocchi di neve con Scratch, stelline stampate in 3D e di usare Scratch for Arduino per muovere il bellissimo Milkbot di Giacomo insieme ai bambini. CoderDojo Milano, mi dice Angelo, vuole usare i tutorial della HourOfCode con Blocky e tentare con Python, Javascript, HTML/CSS. Marco di CoderDojo Allumiere (ha deciso che faranno...

Read More